La soluzione siamo noi. Ci saranno sempre imprevisti, come li affronteremo farà tutta la differenza del mondo.

È con queste parole che abbiamo dato inizio al SEO&Love 2020, edizione speciale, che ci ha messo a dura prova per tantissimi mesi, che ci ha portato a rivedere tutto mille volte e mille volte ancora. Quello che è andato in scena è la vita e noi saremo sempre pronti ad andare oltre l’ostacolo. Se hai comprato il biglietto puoi rivedere video e slide nella tua area personale oppure acquistali 😉

&Love

Sono questi i tempi in cui si delineano nuovi modelli comunicativi che guidano la nostra visione fino a definire ciò che accadrà. Si parla sempre più spesso di Brand Purpose, Cause Related Marketing, Brand Activism, Corporate Philantropy, Responsible Business Practices, Employees Volunteering, etc. In una sola parola? &Love.

Non è solo questione di tecnologia, tool, piattaforme, digital marketing, online e offline, abbiamo bisogno di un pensiero più profondo e consapevole che dia forma alle nostre azioni: Human First Index. I brand sono fatti di persone, per le persone. Sono le persone a usare la tecnologia, è a loro che dobbiamo volgere lo sguardo per sviluppare una strategia di comunicazione in grado di costruire un brand forte e amato.

Vogliamo partecipare a un destino e lo abbiamo sempre urlato al mondo, anche dentro una caverna, luogo in cui l’essere umano, all’alba del suo viaggio in questo mondo, ha creato il primo “like” e lo storytelling.

SEO&Love 2020 Human First Index

È con questo pensiero che abbiamo dato azione e forma al progetto SEO&Love, la risposta del pubblico è la più bella carezza che potevamo ricevere.

Il 2 ottobre si è svolta la Masterclass interamente in live streaming, con 7 interventi di un’ora. Un percorso studiato per offrire un approfondimento su tematiche specifiche. Siamo partiti dallo sviluppo della strategia dei contenuti fino ad arrivare a unire offline e online con nuovi modi di vivere l’esperienza in negozio.

Il 3 ottobre, finalmente SEO&Love! Prima di capire come fare, devi sapere cosa fare: questa è la mission degli eventi &Love, tracciare le linee guida del nuovo scenario in cui i brand dovranno confrontarsi con il mercato e il pubblico di riferimento. Prima di infilare la testa nel funnel, bisogna osservare il paesaggio, definire il quadro di insieme e adottare la migliore strategia e, infine, smarmellare il messaggio in ogni dove. Bisogna fare tutto ciò con amore. Amore per se stessi. Amore per il prossimo tuo. Amore per i progetti ben riusciti. Amore per il conto in banca. Amore per la condivisione della propria riccanza d’animo.

Realizzare la scaletta non è mai semplice, non è solo questione di contenuti ma anche della loro rappresentazione sul palco. Un gioco di incastri di emozioni, riflessioni, idee e spunti immediatamente applicabili. Siamo riusciti con notevoli sforzi a tenere il programma invariato nonostante il cambio di data.

Siamo partiti con Enrica Tiozzo che ci ha mostrato i dati dei sondaggi Ipsos e proseguito con quelli dell’osservatorio Diversity Brand Index con Francesca Vecchioni e Gabriella Crafa. Poi io e Giulia Bezzi abbiamo mostrato la via che va dalla A di Awareness alla B di Banca grazie allo sviluppo di progetti editoriali. Andrea Fontana ci ha svelato le nuove sfide che dovranno affrontare i brand. Il caso studio dello spot di Netflix con UAN è l’emblema di cosa vuol dire storytelling, per noi è stata una bella scusa per portare sul palco il personaggio della nostra infanzia e tornare un po’ tutti bambini.  Ale Agostini ha catturato la nostra attenzione su un tema SEO importantissimo: Google vede e pensa grazie all’intelligenza artificiale. Giuliano Trenti ci ha parlato di neuromarketing, mostrando come ragiona il nostro cervello. Mariano Diotto ha proseguito il ragionamento mostrando tecniche di neuromarketing predittivo e neurobranding per produrre un coinvolgimento del cliente attraverso l’uso di archetipi, bias cognitivi e sistemi di persuasione per rendere memorabili i nostri prodotti e servizi.

La mattinata si è conclusa con l’intervento di Alessandro Baricco, ricchissimo di spunti di riflessione, come il concetto di “aerodinamicità dei contenuti”, la capacità di comunicare in contesti in continuo mutamento e l’oggettiva inadeguatezza della contrapposizione tra reale e virtuale.

Il pomeriggio è sempre una grande sfida, quest’anno ancora di più perché non potevamo permetterci una pausa nel pomeriggio. Allora abbiamo pensato di tenere l’attenzione alta con un crescendo di interventi e dare poco spazio all’abbiocco, anche perché il pranzo è stato Over the Trop.

 

Siamo partiti con Richard Romagnoli che ci ha portato sulle montagne russe dell’emotività, mostrandoci il luogo in cui attingere la forza per raggiungere i nostri traguardi, noi stessi. Veronica Gentili e Gianpaolo Lorusso ci hanno riportato sulla terra, dandoci dritte concrete su come impostare campagne pubblicitarie su Facebook e Google. Matteo Flora e Daniele Chieffi hanno indicato quali sono i nuovi trend valoriali delle aziende e come utilizzarli per avere successo, ma attenzione: bisogna saper gestire il dialogo e il contrasto d’opinione fra i propri stakeholders. Matteo Pogliani, come ogni anno, ha illustrato lo stato dell’arte del mondo dell’influencer marketing. A proposito di influencer, Francesco Mattucci autore di progetti seguitissimi, ha mostrato il lato SEO di Instagram!

Poi abbiamo concluso in volata presentando casi studio differenti ma che racchiudono in sé frammenti degli argomenti trattati lungo le due giornate: Veronica Verona è riuscita grazie a mirate attività di Digital PR ad avere un notevole incremento di visite sul proprio sito e diventare un riferimento in un settore molto particolare come quello degli showroom, Liliana Di Donata ha raccontato la capacità di un gigante come Donna Moderna di saper adattare la comunicazione in base ai nuovi contesti (esattamente ciò che diceva Baricco), Annalisa Procopio ha mostrato come uno dei giornali più antichi d’Italia, L’Arena, stia affrontando la sfida della digital transformation e abbia creato nuovi modi di essere presente nella vita dei lettori e poi Alex Camara e Valentina Raso due tiktoker totalmente diversi nel modo di comunicare ma che sono riusciti a catturare l’attenzione di centinaia di migliaia di persone con i loro contenuti.

Toc Toc!

Basta poco, non abbiamo bisogno di diventare viola o di fare i fenomeni, per fare la differenza bastano piccoli gesti. Come fare “toc toc” alla porta dell’anima. Questo è il pensiero che dà forma al pranzo dell’evento, che per noi rappresenta un contenuto della giornata, parte integrante dell’evento e dell’esperienza offerta, il momento in cui si sazia la panza e l’anima, il momento in cui si fa pratica di umanità aumentata.
Per tutti coloro che hanno seguito l’evento in live streaming abbiamo inviato la &Love.Box con il preciso compito di portare l’atmosfera &Love a casa 😉

Non vince il più forte, vince chi collabora

Questa frase è uno dei nostri mantra e piace a tutti. Certo, l’idea di collaborazione piace a tutti, fino a quando non bisogna collaborare per davvero. Nella collaborazione 2 + 2 non fa mai 4, ma settordici! Perché dalla collaborazione nasce qualcosa che va sempre oltre alla somma delle parti, è questo che permette di superare ostacoli e raggiungere traguardi importanti.

La collaborazione con Ipsos, The Fool, Diversity Lab, Storyfactory e l’Osservatorio Nazionale Influencer Marketing ci permettono di offrire un quadro d’insieme ancora più nitido e ricco di dettagli grazie a sondaggi, ricerche e analisi di mercato.

La collaborazione con Confesercenti Verona, Redoro Frantoi Veneti, AGSM, Università IUSVE, Plume e Gruppo Icat ci permette di mettere in scena un evento così complesso e tenere i prezzi a livello di costo, perché il nostro obiettivo è innamorarci e farvi innamorare della buona comunicazione.

La collaborazione più importante sei TU

Per noi sei parte integrante del progetto NON un turista per caso. Per noi sei un esploratore dell’oggi e del domani a cui affidare un compito importantissimo: generare digital consapevolezza e innestare nei processi comunicativi il pensiero &Love.

Tu che hai partecipato a questa edizione hai urlato al mondo un messaggio inequivocabile: io ci sono e vivo. Perché l’unica cosa che possiamo fare in un momento così difficile è vivere, probabilmente meno “viola” ma decisamente migliori nelle intenzioni.

Grazie per i tantissimi messaggi ricevuti, ci riempiono di orgoglio e nuova forza per il futuro. Ma vogliamo dare voce anche ad alcune critiche che abbiamo ricevute, perché fanno parte del percorso di crescita. Chi segue il SEO&Love dalla prima edizione sa da dove siamo partiti e non ci siamo mai nascosti, l’atteggiamento è sempre quello di pane e pomodoro con una spolverata di origano e un filo d’olio. Come dicevo all’inizio di questo post, non ci siamo risparmiati nessuna fatica, abbiamo usato ogni nostra forza per creare la migliore rappresentazione possibile. Ci teniamo a ribadire che molte scelte fatte sono state condizionate potentemente dalla situazione che stiamo vivendo. Ad esempio, non era possibile fare entrare nessuno (nemmeno nel loggiato) prima della verifica della temperatura, non siamo così matti da lasciare la gente sotto la pioggia ma nemmeno così ricchi da creare una tensostruttura sopra Piazza Bra e tantomeno così potenti da far cambiare regole. Oppure, come ho già detto, nel pomeriggio la pausetta ci stava alla grandissima, ma avremmo creato un altro momento critico.

Questo messaggio di Anna Carla è una fotografia molto nitida di chi siamo

Cari Salvatore e Giulia, sabato ho partecipato al live streaming dell evento di Verona……È stata una giornata straordinaria, ma soprattutto mi ha colpito dritto al cuore la tenera emozione (da salivazione azzerata!) di Giulia quando è salita sul palco la prima volta, la simpatia e la verve di Salvatore, i vostri occhi stanchissimi per la grande fatica ma anche lucidi per la forte emozione, la vostra tenerezza nello scoprirvi ancora più emozionati di quanto avreste mai pensato…….potete essere davvero tanto fieri e orgogliosi di ciò che avete realizzato, perché siete e siamo fatti così , crediamo nell’umanità e nella vicinanza, nella diversità come ricchezza, nella professionalità nel miglioramento continuo come armi vincenti in questo mondo così veloce e complesso…..e poi crediamo negli esseri umani e nel potere che ognuno di noi ha di cambiare il mondo e di renderlo un posto migliore.

seo&love 2020 Salvatore Russo Giulia Bezzi

Il futuro prossimo

Da questo momento il main event si chiamerà &Love, la SEO è come l’aria, è importante sempre e sara una componente fondamentale in ogni nostro evento verticale: Food&Love, Earth&Love, Beach&Love, Retail&Love e Fashion&Love.

Non abbiamo ancora pubblicato il programma di &Love 2021 e già oltre 100 persone hanno rinnovato la loro fiducia. Ti consiglio di prendere al volo il tuo biglietto a un prezzo super. Due giorni: Masterclass con un focus sul copywriting e main event, con un programma rivisto nella struttura con interventi più lunghi e sessioni con domande con il pubblico, un momento per aprire più finestre possibili verso nuovi scenari da esplorare con approfondimenti specifici.

&Love non è un punto di arrivo, non è un punto di partenza, è il tuo aiutante che ti consiglia nella tua avventura chiamata vita, è il mago che ti parla di Love in un mondo di Codice, è il bacio del vero amore, per le cose semplici che rendono grande un brand.

Newsletter.